DAL LOCKDOWN ARRIVA, TRA BLUES E SOUL, “BIG BANG” DEI RIMINESI RDL, OMAGGIO ANCHE A DANTE PER L’ANNIVERSARIO 2021

È on line da questa settimana il video live di “BIG BANG”.  Realizzato da RDL – compagnia teatrale e produzione audio e video riminese (Associazione Dare), il brano è firmato da Carlo Tedeschi con Emanuele Tedeschi, interpretato da Francesco (Troilo) Di Carlo. Big Bang sarebbe stato il brano di punta dell’edizione 2020 della VI edizione del “Festival della canzone per Leo” in programma ogni aprile al Teatro Leo Amici del Lago di Monte Colombo e quest’anno rinviato causa emergenza Covid.

Il video del live, registrato nello stesso Teatro dell’entroterra riminese, è interpretato dal corpo di ballo della Compagnia RDL con la voce solista di Francesco (Troilo) Di Carlo. Ballerini: Matteo Mecozzi, Giada Mecozzi, Jano Milio, Greta Rodorigo; l’edit del video è di Emanuele Tedeschi, Dario Sgamba, Iacopo Barbetti. La compagnia riminesse RDL, inteprete di numerosi spettacoli teatrali in italia e all’estero, in scena anche al Teatro Galli nel Rigoletto, ha animato in passato pure le estati della riviera con i  tormentoni delle spiagge riminesi nel 2018  “Jamaica Remix” e nel 2019 con “Tu Musica”.

WATCH ON  https://www.youtube.com/watch?v=2QufkQs9P2I

L’atmosfera del brano è tra blues e soul; accattivante e orecchiabile, con un ritmo dance patinato anni ‘90 (“All Dance tutti ballano con me” è il refrain) e con una chitarra elettrica delicata che strizza l’occhio al mitico B.B.King, musiche e arrangiamento di Emanuele Tedeschi. La canzone ha un testo amaro e pungente, anche se non privo di speranza, e che, parafrasando un verso della Divina Commedia, omaggia anche il Sommo Poeta in vista del 2021, anno in cui cade il settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri.

Siamo tutti schiavi, è l’anarchia del fai da te, progettata da plebei, ricconi e scimpanzé. Avessimo un momento dedicato ai nostri cuori, la vita in bianco e nero sfoglierebbe ogni colore…”. Eppoi ancora: “Virtualismo, malata ipocrisia, è il profilo della santa tua malinconia; nel bel mezzo del cammin dei fatti tuoi, selva oscura della tua commedia firmerai… Al di là delle umane incomprensioni, equivoci rumori… al di là dei dubbi e del dolore, c’è qualcosa che si chiama amore, che tu chiami amore”.

“Il brano è stato scritto e registrato nel periodo del lockdown – spiega Emanuele Tedeschi, autore anche delle musiche e prossimo al lancio del suo ultimo lavoro che avrà il titolo di “Evocative” – ed è sicuramente influenzato dal clima di quei giorni e mantiene, purtroppo, ancora oggi vista la situazione, tutta la sua attualità”.

Il brano è disponibile anche su Itunes e sui maggiori stores online; dello stesso visibile sul canale youtube Italian Musicals Channel, sia video live che il videoclip.